Foto Logo Unione EuropeaFoto Logo InterregFoto Logo Robinwood Foto Logo Regione Calabria

Foto Logo Regione LiguriaFoto Logo KainuuLogo

 miniprogramma Robinwood Plus

sottoprogetto pasformma

"Robinwood Plus" è un Progetto finanziato nell’abito del programma INTERREG IV C. In particolare è un Miniprogramma tra la Regione Liguria (Italia, Capofila del progetto), e del Consiglio regionale del Limousin (Francia),  Consiglio Regionale di Kainuu (Finlandia), Consiglio Regionale di Harghita (Romania), Regione Calabria (Italia).

Il tema è la ‘foresta’ come risorsa fondamentale per lo sviluppo, la tutela dell'ambiente e il miglioramento della qualità della vita.

L’obiettivo principale del progetto è la promozione del ruolo multifunzionale delle foreste come motore per lo sviluppo economico, la protezione dell'ambiente e il miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali.

Il progetto nasce ufficialmente nel gennaio 2010 e avrà una durata complessiva di 48 mesi, fino a dicembre 2013. L'importo totale previsto è di € 3.063.463,56 euro in parte finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e in parte co-finanziato da ciascun partner partecipanti.

Robinwood Plus mira allo scambio di esperienze tra le regioni partner, al fine di stimolare e sostenere la rivitalizzazione economica e sociale delle zone rurali attraverso l’implementazione del principio di partecipazione nella gestione sostenibile delle foreste.

Il progetto accresce la consapevolezza che il legno e le foreste svolgono un ruolo fondamentale nel sostenere e mantenere l'economia delle comunità locali, delle zone rurali e dei territori di montagna. Le zone rurali possono raggiungere lo sviluppo economico attraverso la pianificazione forestale partecipata.

 

I  SOTTOPROGETTI DI Robinwood Plus

Il Progetto INTERREG IVC "Robinwood Plus ha riservato una quota del complessivo bilancio per l'attuazione di sotto-progetti, che rispetta le disposizioni finanziarie e i criteri di gestione del progetto stabilito dal programma INTERREG IVC.

Un invito aperto a sotto-progetti proposte è stato lanciato nelle regioni partner. Gli obiettivi dei Sottoprogetti sono di grande rilevanza per il raggiungimento degli obiettivi globali di Robinwood Plus.

Inoltre, i sotto-progetti devono facilitare lo scambio sistematico di esperienze e di buone pratiche in materia di gestione forestale partecipativa. Durante il  IV Comitato di pilotaggio di Robinwood Plus  svoltosi il 18 maggio 2011 a Limoges in Francia, i membri del Comitato direttivo hanno approvato la graduatoria dei sottoprogetti Robinwood plus approvati:

ELWOOD

Legno locale uso

€ 227.344

PASFORMMA

Pianificazione e gestione delle risorse forestali

€ 277.912

SHARE-WOOD

Informazione e educazione ambientale

€ 134.800

DESTINATION MOUNTAIN

Destinazione turistica sviluppo di territorio forestale

€ 183.500

FORMARIE

Pianificazione e gestione delle risorse forestali

€ 444.254

 

IL SOTTOPROGETTO PASFORMMA

Principio di partecipazione per la gestione forestale sostenibile con l'approccio multidisciplinare.

Uno dei gravi problemi che investe molte regioni d'Europa, e in particolare coloro che sono coinvolti nel progetto Robin Wood, è quello di fermare l'esodo dei giovani dalle aree rurali a quelle urbane. Lo spopolamento delle zone rurali è un fenomeno che può essere controllato con lo sviluppo del piano di gestione preparata con approccio partecipativo.

Il campo di indagine e di azione sarà limitato alle zone rurali con una forte vocazione forestale che, per comodità, chiameremo ZRF.

Inoltre, questo progetto contribuirà alla realizzazione dei 'Principi e Criteri 'di gestione sostenibile delle foreste (SFM), come definito nella Pan-European Conferenze a Bruxelles nel marzo 1994.

Così, due dei principi fondamentali su cui impostare la gestione ZRF i piani sono certamente la sostenibilità e la partecipazione. Il concetto di sostenibilità è generalmente intesa come la capacità di una comunità nella gestione patrimoniale e poi, nel miglior modo possibile, nel trasmetterla alle generazioni future.

I PARTECIPANTI

  • · Università della Calabria, il Capofila del sottoprogetto, è una Università Pubblica Italiana. Situata in Arcavacata di Rende, in provincia di Cosenza, l'Università è stata fondata nel 1972 e attualmente ha circa 35.000 studenti.
  • · Il Parco Nazionale della Sila è stato istituito con D.P.R. del 14.11.2002 e copre 73.695 ettari di zone affascinanti e selvagge in Calabria, Italia, caratterizzato dalla presenza di diversi villaggi rurali e turistici e da un patrimonio ambientale, artistico e culturale molto ricco.
  • · Il Comune di Remetea è un villaggio di montagna, con una popolazione di lingua ungherese di 6.200 abitanti, situato nella contea di Harghita, provincia storica della Transilvania, Romania.
  • · Metsähallitus Natural Heritage Services è una società di Stato finlandese che gestisce aree protette, aree ricreative e le aree naturali comprendente 37 parchi nazionali, 17 riserve naturali (zone di rispetto totale), 12 aree naturali e quasi 500 riserve naturali.
  • · La Provincia di La Spezia è una provincia nella regione Liguria in Italia. La sua capitale è lacittà di La Spezia e ha una superficie di 881 km ², con una popolazione totale di 223,000 abitanti.  La provincia conta 32 comuni.

GLI OBIETTIVI

Gli obiettivi principali del progetto sono:

1. Sviluppare un modello per la gestione di una ZRF sulla base dei "Criteri e principi ' del SFM;

2. Creazione e sviluppo di un modello di comunicazione partecipativa all'interno di un ZRF

3. Elaborazione di un catalogo di opportunità di sviluppo ZRF in una prospettiva trans-disciplinare che mette in evidenza la cultura, la sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Le linee guida per lo sviluppo di una ZRF saranno definite da una partnership internazionale che include 4 regioni Europee che sono molto ricche di foreste: la Calabria (Italia), la Liguria (Italia), Kainuu (Finlandia) e Harghita (Romania). Il valore aggiunto di questa partnership sarà fornito da una rete locale creata nella Regione Calabria e costituita da Enti Pubblici quali le Province e Istituti di ricerca.

LE ATTIVITA’ E I RISULTATI ATTESI

Attività principali del progetto sono:

- Lo sviluppo di progetti pilota in ogni regione e il piano la gestione derivante per la ZRF;

- Lo sviluppo di uno strumento di comunicazione per l' e-democracy  nel processo di pianificazione,

- Creazione di un catalogo delle buone pratiche per condividere il know-how,

- Forum con gli stakeholder,

- Creazione di un Comitato tecnico Scientifico il cosiddetto ‘Policy Advisory Board (PAB)’, al fine di migliorare la comunicazione tra, le PMI, i policy makers, e i ricercatori.

Principali risultati attesi sono:

- Migliorare il livello di collaborazione,

- Aumentare le competenze del personale,

- Scambio delle buone pratiche e il miglioramento della partecipazione